Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for luglio 2012

Chi decide di trascorrere le vacanze nella mia adorata Sardegna, probabilmente cerca anche di venire a contatto con le tradizioni, la cultura e le usanze del popolo sardo. Una delle “gite” più diffuse e classiche che viene offerta al turista è quella del pranzo con i pastori, presso gli ovili. Ci si trova così immersi in una natura incontaminata, fra pascoli brulli, terre arse dal sole e rinfrescanti ombre di alberi secolari, dove vengono organizzate grandi tavolate attorno alle quali ci si ritrova tutti insieme, spesso con perfetti sconosciuti, per gustare i piatti tipici della cucina isolana, in particolare il pane carasau, o come si dice a Bolotana ” su pane fresa”, il pecorino, ma soprattutto la pecora in cappotto, ovvero, la pecora bollita, lessata con tante verdure ed odori. Ecco la ricetta che viene seguita a casa mia!!!

Ingredienti:

  • 3 kg 3 di carne di pecora
  • 3 carote
  • 3 coste di sedano
  • 4 pomodori secchi (oppure 2 cucchiai di concentrato di pomodoro)
  • 6 cipolle
  • 7/8 patate
  • qualche foglia di bietola
  • prezzemolo
  • sale

Riempite un pentolone con acqua fredda, mettetevi dentro la carne, precedentemente privata di una parte del grasso. Accendete il fuoco, ed aspettate che la carne rilasci tutta la schiuma che toglierete con un colabrodo. Una volta tolta tutta la schiuma, aggiungete tutti gli odori, e quando la carne sarà quasi cotta ( dopo circa un’ora ) aggiungere le patate, le cipolle e la bietola. Una volta che le patate sono cotte spegnete tutto, scolate e servite ben caldo, magari sui tipici vassoi di sughero. Col brodo così ottenuto, dopo averlo filtrato, potete preparare i buonissimi gnocchetti sardi in brodo di pecora, oppure ammorbidirvi dentro alcune sfoglie di pane carasau. Sembra un pò lungo come procedimento, ma vi assicuro che ne vale la pena. Buon Appetito!!!

 

. Buon appetito!

Annunci

Read Full Post »

Hummus di ceci…

Un piatto orientale, che col suo gusto particolare riporta alla mente terre e culture, molto lontane e diverse dalle nostre. Assaggiai questo piatto per la prima volta a casa di una mia amica a Roma, l’ho preparato ieri per cena, seguendo la ricetta presa sul sito www.buttalapasta.it dove potete trovare tanti piatti sfiziosi!!! Eccola qui per chi è curioso di provare questo piatto così speciale!!!

Ingredienti:

  • 300 grammi di ceci secchi
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 cucchiaino di cumino
  • 2 cucchiai di salsa Tahina
  • il succo di  un limone
  • 2 cucchiai di prezzemolo tritato
  • 4 cucchiai di olio e.v.o
  • sale
  • paprika

Preparazione

In un recipiente capiente, mettete a bagno i ceci in abbondante acqua tiepida e lasciateli ammollo per almeno una notte. Quando saranno rinvenuti, scolateli e metteteli a cuocere in una pentola piena di acqua salata. Una volta che saranno cotti, scolateli e conservate un bicchiere dell’acqua di cottura. In una padella versate due cucchiai d’olio, quindi l’aglio, e quando questo raggiungerà un colore dorato unitevi i ceci. Lasciateli rosolare per qualche minuto e poi versateli nel frullatore per ridurli in crema. Unite quindi il cumino, il sale, la tahina e il succo di limone. Frullate fino ad ottenere un composto omogeneo che verserete poi nelle ciotole da portata e decorerete con il prezzemolo, la paprica ed un filo d’olio a crudo. E’ un contorno ideale per una grigliata, ma anche da gustare con delle verdure fresche o del buon formaggio. Buon Appetito!!!

 

Read Full Post »