Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for agosto 2010

Il titolo, se non sei sardo o innamorato della Sardegna, può far pensare ad una cosa orribile, grassa ed dal gusto troppo strano per essere buona, vi assicuro invece che si tratta di un piatto eccezionale. Ieri sono stati a cena da noi degli amici, ed abbiamo organizzato una tipica cena sarda con tanto di maialino al forno, agnello in umido e pane carasau, ma il piatto forte sono stati proprio gli gnocchetti in brodo di pecora. Provare per credere!!!

Ingredienti:

  • 1 Kg di carne di pecora
  • 4 patate
  • 2 cipolle
  • 5 carote
  • sedano
  • prezzemolo
  • basilico
  • sale
  • concentrato di pomodoro
  • gnocchetti sardi
  • pecorino sardo grattugiato

Procedimento:

Riempite d’acqua una pentola capiente, aggiungete  la carne e portate ad ebollizione, quando la carne schiuma, togliete la schiuma ed aggiungete le patate lavate bene, ma  con la buccia, le cipolle spellate e intere, le carote, il sedano, il prezzemolo,  il basilico, un pò di concentrato di pomodoro ed il sale. Lasciate bollire il tutto per almeno due ore. Quando il brodo sarà pronto, separatelo dalle verdure e dalla carne, per evitare che rimangano dei residui, filtratelo con un passino. Fate bollire un pò del brodo così ottenuto, come per cuocere il riso, versatevi  gli gnocchetti, se vedete che il brodo è poco aggiungetene un’altro pò, a metà cottura aggiungete un cucchiaio di concentrato di pomodoro. Ultimata la cottura, prima di spegnere il fuoco, unitevi il formaggio e mescolate bene finchè non si amalgama del tutto. Portate in tavola ben caldo.  Buon appetito!!!

Annunci

Read Full Post »

E’ passato tanto tempo dall’ultima volta che ho scritto un post, ma è stato un periodo un pò particolare in quanto con Stefano e alcuni amici, abbiamo voluto creare una rivista che si chiama Vita Sabina  e parla di questa bellissima terra e delle sue tradizioni. La trovate sia on-line che in versione cartacea; al suo interno c’è anche una rubrica dedicata alla cucina, e quindi le ricette tipiche della mia terra di adozione. La  Sabina in questo periodo è bellissima, ovunque volgiate lo sguardo vedete i campi ora biondi dal sole di agosto, sui quali ancora si adagiano i rotoli di fieno dell’ultimo taglio, essendo stata quella in corso un’ estate particolarmente piovosa, i boschi intono casa sono verdi e rigogliosi, mentre negli orti trionfano i colori di tutte le verdure di stagione. Anche noi abbiamo piantato un piccolo orticello, e a turno con Stefano togliamo le erbacce, annaffiamo e raccogliamo i frutti del nostro lavoro (per ora sono cresciute solo le zucchine e qualche cespo di insalata). Essendo le nostre piantine di pomodori ancora in fiore, per la ricetta che vi propongo ho utilizzato quelli che ci ha regalato la vicina.

Ingredienti:

  • Pane raffermo
  • Pomodori
  • Cipolle
  • Olive
  • Capperi
  • Tonno
  • Basilico
  • Olio
  • Origano
  • Sale
  • Acqua

Procedimento:

Tagliate a cubetti un pò grossi il pane raffermo, mettetelo in una ciotola con tant’ acqua quanto basta perchè il pane si ammolli. In un altro  recipiente tagliate i pomodori a pezzi, salateli, aggiungete l’olio, l’origano, i capperi, le olive e la cipolla tritate, il tonno ed il basilico sminuzzato a mano. Strizzate bene il pane ed unitelo al condimento, se necessario salate ancora un pò. Mischiate bene gli ingredienti e lasciateli riposare  in frigo fino al momento in cui li porterete in tavola. La panzanella è un piatto ideale in queste giornate di caldo, ed anche un buon modo per consumare ciò che rimane in frigo ed in dispensa. Può essere uno sfizioso antipasto, un piatto unico oppure un contorno per la carne alla brace. Scegliete voi …..e Buon Appetito!!!

Read Full Post »